French police used excessive force during sometimes violent demonstrations since late 2018, causing injuries to protestors who were not engaged in violence. An April 2019 protest law risks undermining the right to freedom of peaceful assembly. The government failed to pursue necessary reforms to tackle discriminatory police identity checks. Asylum seekers and migrants sometimes face police abuse. Flawed age assessments of unaccompanied migrant children exclude many from care. Counterterrorism powers remain open to abuse. A November 2017 security law grants the authorities emergency powers without judicial safeguards that undermine the rights to liberty, freedoms of movement, association, expression, privacy and security.

  • Children's Rights
    201909CRD_France_main
  • Free Speech
    Alla base della democrazia devono esserci i diritti umani. A molti sembra ovvio, eppure sempre più spesso, in Europa, sentiamo dire che la democrazia consisterebbe solamente nel vincere le elezioni e poi fare qualunque cosa si ritenga essere la volontà degli elettori. La democrazia, insomma, sarebbe una “dittatura della maggioranza”. Certo, il governo dovrebbe riflettere le preferenze della maggioranza così come espresse periodicamente in elezioni libere ed eque, ma il suo operato non può andare oltre i limiti posti dalla salvaguardia dei diritti umani e dallo stato di diritto. Ci sono alcune misure che dovrebbero essere vietate ad un governo anche quando approvate dalla maggioranza degli elettori, quali l’imposizione della pena di morte, l’incarcerazione di individui per ragioni politiche, la limitazione della libertà di espressione e di riunione, o la discriminazione
 basata su genere, razza, etnia, religione o orientamento sessuale.

News