Skip to main content

La «guerra sporca» della polizia venezuelana al confine

Published in: Corriere della sera
Persone sbarcano in Colombia dopo essere fuggite dallo stato di Apure, Venezuela, a causa delle operazioni militari in corso contro i gruppi armati al confine tra i due Paesi e degli abusi eclatanti subiti dalle forze di sicurezza venezuelane. © 2021 Human Rights Watch.

I gruppi armati che operano nello stato colombiano orientale di Arauca e nel vicino stato venezuelano di Apure controllano la vita quotidiana delle persone attraverso minacce, rapimenti, lavoro forzato, reclutamento di bambini, omicidi ed estorsioni. In Venezuela lo hanno fatto con l’acquiescenza delle forze di sicurezza venezuelane e, a volte, con la loro collusione.

Quindi può sembrare sorprendente che le autorità venezuelane abbiano iniziato un’offensiva il 21 marzo, presumibilmente per combattere i gruppi armati ad Apure. L’operazione è però selettiva, focalizzata su un gruppo dissidente emerso dalle Forze armate rivoluzionarie smobilitate della Colombia, consentendo allo stesso tempo ad altri di consolidare il loro controllo sul traffico di droga nell’area.

L’operazione ha portato a esecuzioni extragiudiziali, arresti arbitrari, persecuzione di civili nei tribunali militari e torture di residenti accusati di collaborare con i guerriglieri. Le vittime negano legami con gruppi armati.

Soldati e agenti delle forze di sicurezza hanno fatto irruzione nelle case e saccheggiato o distrutto effetti personali e cibo. Gli agenti hanno arrestato persone senza mandato, le hanno picchiate e hanno minacciato di ucciderle. I detenuti sono stati trattenuti in strutture militari.

Una forza di polizia speciale ha portato via quattro contadini dalla loro casa. I loro corpi sono stati trovati a un miglio di distanza con tagli, ferite da proiettile e ossa apparentemente slogate. Gli esperti forensi hanno concluso che le foto dei corpi suggeriscono che siano stati spostati e che armi da fuoco e granate potrebbero essere state messe loro in mano successivamente.

Migliaia di persone sono fuggite in Colombia.

Gli abusi eclatanti ad Apure non sono incidenti isolati da parte di agenti disonesti, ma coerenti con pratiche sistematiche in Venezuela che sono state esaminate dal procuratore della Corte penale internazionale e dalla missione investigativa indipendente delle Nazioni Unite in Venezuela. Entrambi hanno trovato prove di crimini contro l’umanità. La missione delle Nazioni Unite ha trovato «ragionevoli motivi» per coinvolgere il presidente Nicolás Maduro e i suoi ministri dell’interno e della difesa. Il procuratore della Corte penale internazionale prevede di determinare se esiste una base ragionevole per procedere con un’indagine formale entro luglio.

Questi organi, come parte del loro lavoro in corso, dovrebbero valutare la possibile responsabilità delle persone direttamente coinvolte e dei comandanti e delle autorità di alto livello che potrebbero aver ordinato abusi, o essere responsabili per non aver impedito i crimini o non aver punito i colpevoli.

A causa dell’impunità in patria, le strade internazionali sono l’unica speranza di giustizia.

Your tax deductible gift can help stop human rights violations and save lives around the world.

Region / Country